Il Senior

 

Il Senior (tratto dal sito ufficiale C.N.G.E.I.)

 

Chi è il Senior: Egli è un adulto che crede nello scoutismo laico e contribuisce ad educare il buon cittadino, che sceglie di avere un ruolo attivo nella sezione e/o nell’associazione in qualsiasi modo, tempo e impegno secondo le proprie esperienze, le proprie capacità e le proprie risorse.

Le motivazioni che lo portano ad avvicinarsi e/o a permanere all’interno dell’associazione sono più o meno elencabili così:

* Ricaricarsi

* Valori condivisi

* Investire sui giovani

* Curiosità e divertimento

* Affezione alla Sezione

* Nostalgia degli scout

* Per restituire ciò che si è ricevuto

* Per arricchire gli altri ed arricchire se stesso

* Per fare volontariato

* Per dare sfogo al suo bisogno d’appartenenza ad un gruppo

Le difficoltà che l’adulto incontra nello svolgere il suo ruolo di Senior nel Clan si possono ricondurre a questi fattori:

* Diversità di età

* Diversità di background

* Nessun momento di gratificazione

* Difficoltà a conciliare le esigenze della Sezione/Gruppi con quelle del Clan

* Troppi obblighi

* Sensazione di “essere stato incastrato”

* Mancanza di risposta a ciò che viene richiesto a livello emozionale/pratico

OBIETTIVI

Tenendo presente l’analisi sopra esposta e tenendo conto che la funzionalità operativa del gruppo di lavoro, è finalizzata al reale crescita delle risorse adulte dell’associazione, gli obiettivi che chiaramente questi si prefigge di realizzare sono i seguenti:

  • Ridefinire la politica della gestione delle risorse Adulte Obiettivi specifici
  • Favorire la nascita di uno spirito nazionale di coesione tra clan, e all’interno del clan stesso che permetta alle sezioni di avviare un processo di rinnovamento e crescita nello strutturare la loro politica di gestione delle risorse adulte
  • Creare una stabile rete fiduciaria ed interattiva con la base e con le figure educative e formative dell’associazione, sia a livello locale che nazionale e che faciliti il rilancio del Settore Senior Nazionale come punto di riferimento per le sezioni
  • Definire, interagendo con tutte le figure associative, la figura e i compiti del Coordinatore Senior
  • Aggiornare, individuare, fare conoscere e regolamentare quegli strumenti formativi e non (siano essi istituzionalizzati o meno), parte della politica, delle risorse adulte (percorso senior, progetto di servizio, progetto di clan, ecc.)
  • Verificare se il Settore Senior sia un reale aiuto e un reale punto di riferimento per la politica associativa sulle risorse adulte e in caso affermativo individuarne le modalità
  • Creare, insieme alle Consulte, le condizioni affinché in ogni regione sia presente un Coordinatore Senior Regionale e definirne caratteristiche e compiti
  • Definire, interagendo con la Cocon Rover, un percorso che faciliti nei rover, che prendono la partenza, la comprensione del loro futuro ruolo di adulti
  • Aiutare le sezioni, con supporti di vario tipo, a superare la barriera generazionale che spesso si viene a creare nei clan
  • Chiarire il ruolo sinergico che le figure sezionali (CdS,Coord. Senior, capo Gruppo, Psez.) hanno nella strutturazione e nella realizzazione del PerCorso Senior